Con la pandemia si è registrato un crollo della libido. A testimoniarlo, il disastro delle vendite di contraccettivi registrato da un noto colosso del settore, che si è visto costretto a riconvertire la propria attività.

Si tratta di Karex, industria malese considerata il più grande produttore mondiale di preservativi. In un’intervista,  l’amministratore delegato della multinazionale ha parlato di un calo delle vendite fino al 40%.  Un dato allarmante persino per la Karex, che occupa una fetta di mercato globale del 17% sia con i condom commercializzati con marchio proprio che con quelli prodotti per altri brand.

Con la pandemia, la promiscuità ha lasciato il posto alla sicurezza. Sempre meno persone, infatti, per paura del Covid, optano per rapporti occasionali. Senza considerare anche l’impatto psicologico della pandemia, che ha portato molti a stilare delle nove priorità. A pesare è anche la crisi di strutture ricettive quali hotel e motel, luoghi ideali per gli incontri segreti.

Karex, tuttavia, non si è data per vinta e ha deciso di puntare su un altro prodotto. L’impero del lattice ha infatti deciso di gettarsi in nuova avvenuta: la produzione di guanti in gomma. L’industria malese non esclude di tornare a produrre condom qualora l’uscita graduale dalle restrizioni portasse ad un nuovo aumento delle richieste.