Blog di News Lifestyle Gossip TV e Spettacolo

Sanremo 2022, Checco Zalone e la favola contro l’omofobia – testo e video

Un Checco Zalone nel pieno del suo stile irriverente è il super ospite della seconda serata del Festival di Sanremo, andata in onda ieri sera.

Tra momenti canori e gag, a dividere il pubblico è soprattutto il suo primo monologo. Una fiaba con inizia con il classico “C’era una volta” ma che porta un messaggio ben diverso.

La fiaba di Checco Zalone contro l’omofobia

La fiaba è ambientata “in un calabro villaggio” e alterna la lettura del testo da parte di Amadeus con i dialoghi che Zalone, che interpreta i personaggi coinvolti.

La storia narra di un principe gay che si innamora di Oreste, un trans brasiliano conosciuto al ballo organizzato dal padre, re omofobo che intende far maritare il figlio. Intanto, il candido Oreste sogna l’amore: “Una come me non viene invitata”. Ma d’un tratto, apparve la fata-estetista: “Sono Fiorenza, la fata di Cosenza. Vengo dai cieli, porto carrozze e tolgo peli”. “Wow così liscia non l’ho mai vista”. Ma il principe al gran ballo era mesto, nemmeno una fanciulla l’aveva colpito. Quando all’improvviso cadde innamorato di un bel viso. “Sono Oreste do Brasil”. I due ballano una samba, ma il tempo era volato,  “Sono le 11.58 e non so cosa accade sotto”. Di Oreste restava solo una calzatura “numero 48”.  Il principe la cercava in ogni strada, ma non la trovava. Il re, rivedendolo sentì un po’ di omofobia: “C’ho un figlio pervertito. Ma veramente come sposa mi porti a questa cosa?”. “Scusa tanto re indignato ma mi sa che t’ho sgamato, sei un cliente affezionato, che arriva mascherato nella strada dissestata e gli piace la soppressata ”, svela Oreste smascherando la sua ipocrisia.

“Che ipocrisia nell’Universo”

Dopo la narrazione, Zalone intona il capolavoro di Mia Martini “Almeno tu nell’universi, ribattezzandola “Che ipocrisia nell’universo”. Il finale fra un vecchio professore di greco antico e un trans brasiliano, che alla fine sentenzia: “Di me si sa che io sono metà e metà, ma tu sei un cogli*ne intero!”. QUI per il VIDEO.

Zalone, infine, mette subito le mani avanti: “Se ci sono denunce, critiche o interrogazioni parlamentari, il fondo a cui dovete fare riferimento è quello di Amadeus”, dice prima di lasciare momentaneamente il palco.

LEGGI ANCHE:

Come sarebbero i vip con qualche kg in più? Le FOTO sono esilaranti

Cristina Blog

Lascia un commento

Follow us

Don't be shy, get in touch. We love meeting interesting people and making new friends.

Most popular

Most discussed