F1 Silverstone, Leclerc da il massimo, Sainz vuole il podio

F1

F1 - Fonte:web

F1
F1 – Fonte:web

Charles Leclerc e la Ferrari devono cedere il passo a Red Bull e McLaren nella battaglia per la pole position, con il pilota monegasco che partirà dalla seconda fila in quarta posizione sulla griglia di partenza nel Gran Premio di Gran Bretagna a Silverstone, accanto a Piastri.

Il risultato non soddisfa pienamente il pilota della Rossa, che si aspettava di più: “L’approccio che ho adottato stava funzionando fino all’ultimo settore, ma in queste condizioni è difficile perché appena si supera il limite si perde molto”.

“Ci sono aspetti positivi, perché tutto ciò che non ha funzionato nei precedenti GP oggi ha funzionato, mi sono sentito più a mio agio. In Q3, a volte va bene e altre no, come oggi. Ma ho dato tutto”, commenta Leclerc.

Riguardo all’incredibile exploit della McLaren, aggiunge: “Vanno forte, dobbiamo vedere il ritmo in gara perché l’obiettivo è conquistare il secondo posto.

Mercedes è forte nel lungo periodo, mentre la McLaren è ancora un punto di domanda perché non ci aspettavamo questo risultato in qualifica. Non ho ancora risposte chiare su ciò che ci attende”.

Il commento di Sainz

Carlos Sainz partirà dalla terza fila, in quinta posizione sulla griglia di partenza. Commentando la sua prestazione, afferma: “In termini di feeling non è andata male, ma è sorprendente vedere le McLaren davanti a noi.”

Le condizioni non sono state favorevoli per noi, abbiamo avuto delle qualifiche complicate a causa del mix di fattori. In condizioni completamente asciutte siamo stati competitivi. Spero di ripetermi come l’anno scorso, ma l’obiettivo principale è superare McLaren e Mercedes per arrivare sul podio”.

Sainz
Sainz – Fonte:web

Vasseur: Visione ottimista

Il team principal della Ferrari, Frédéric Vasseur, si mostra soddisfatto e ottimista: “Proviamo sensazioni contrastanti perché siamo davanti alla Mercedes, ma siamo frustrati perché avremmo potuto ottenere un risultato migliore. È stata una sessione caotica, ma dobbiamo sfruttare al massimo queste posizioni di partenza. Non era semplice, le previsioni non erano chiare e non sapevamo se optare per le gomme da asciutto all’inizio o alla fine.

È stata la stessa situazione per tutti, ma complessivamente è stata una buona sessione in cui non siamo riusciti a mettere tutto insieme per conquistare la prima fila. Il podio? Quando si parte dalle prime cinque posizioni, bisogna avere ambizioni elevate”