Home » Rivoluzione in Rai: saranno contenti i telespettatori?

Rivoluzione in Rai: saranno contenti i telespettatori?

Rai

RAi - Fonte: web

Rai
RAi – Fonte: web

Nuovo movimento in casa Rai, l’azienda infatti sta valutando l’ipotesi che farebbe scalpore tra gli amanti della tv di Stato.

La Rai sta rivalutando l’ipotesi di un nuovo canale gratuito dedicato al cinema, come riferito da Adriano De Maio, il quale ha recentemente assunto la direzione Cinema e Serie TV di Viale Mazzini.

Questa idea era stata inizialmente proposta durante la gestione di Fuortes, ma poi era stata accantonata.

De Maio ha condiviso questa informazione durante la sua partecipazione al “Cinema, Tv – Industry & Academy Day – Tendenze, trasformazioni e prospettive del mercato del cinema e dell’audiovisivo”.

Tale evento è organizzato presso la Casa del Cinema di Roma dalla Fondazione per il Cinema e l’Audiovisivo Its Academy Roberto Rossellini.

Cosa sarebbe

“Sarebbe una cosa diversa da Rai Movie, perché quello trasmette anche serie TV”, ha affermato De Maio, sottolineando che il nuovo canale sarebbe interamente dedicato al cinema, soprattutto italiano. Il progetto suscita grande entusiasmo in quanto rappresenterebbe una vetrina per la vasta gamma di produzioni cinematografiche, dalle opere prime ai grandi film, consentendo loro di raggiungere un pubblico più ampio.

Inoltre, De Maio ha evidenziato che questa iniziativa potrebbe essere un meccanismo virtuoso per promuovere il ritorno del cinema nelle sale, offrendo un aiuto prezioso all’intera industria cinematografica.

Logo Rai
Logo Rai – Fonte: sito web ufficiale Rai

Le tempistiche

Nel caso il canale si realizzasse «sarebbe possibile averlo, credo, nel 2024». De Maio ha rimarcato la necessità anche di un cambio di prospettiva nel modo in cui le pellicole sono utilizzate nei palinsesti tv, anche sui tre canali principali Rai.

«Il cinema oggi è sempre un contenuto ma nella programmazione fa spesso da riempitivo, invece c’è bisogno di abitudine, anche in televisione», ha spiegato ancora De Maio. «Ho chiesto che ci sia un appuntamento fisso serale per il cinema, per creare l’evento, su ognuna delle tre reti».