Blog di News Lifestyle Gossip TV e Spettacolo

Svago, social e tanto altro: quali sono le attività più svolte con lo smartphone?

Secondo i dati più recenti forniti dagli istituti di ricerca internazionali, attualmente ogni adulto trascorre almeno 5 ore al giorno con uno smartphone tra le mani. Che si tratti di lavoro o di un semplice desiderio di evasione, i dispositivi mobili sono dunque sempre più protagonisti della nostra vita. Ma quali sono in realtà le attività più svolte tramite questi apparecchi?

Quanto utilizziamo i nostri smartphone ogni giorno?

L’uso degli smartphone è ormai una costante nella nostra quotidianità: numerose attività che svolgiamo ogni giorno, infatti, sono state rese più semplici e pratiche proprio da questi piccoli apparecchi sempre più avanzati tecnologicamente, che ci consentono di risolvere piccole e grandi problematiche con estrema facilità.

Tutto ciò ha inevitabilmente esteso i tempi di utilizzo dei dispositivi mobili, passati dai pochi minuti di telefonata degli esordi alle attuali 5 ore di media al giorno, spalmate tra social network, messaggistica, internet e tanto altro. La crescita, che è stata costante nel corso degli anni, ha visto un’ulteriore impennata nel corso del 2020, con alcune differenze tra le varie fasce di età.

Per gli adulti over 30, classificati come boomers, si è registrato per esempio un +30% rispetto all’anno precedente, frutto anche del sempre più ampio ricorso allo smart working e all’ormai consolidata abitudine di concludere acquisti online. Aumenti in tal senso si sono avuti anche sulle fasce più giovani, con un +16% per la generazione Z e un +18% per i millennials (giovani fino ai 30 anni), per le quali però l’incremento risulta più ridotto perché già in precedenza l’uso degli smartphone risultava superiore rispetto ai più grandi.

Quali attività online piacciono di più?

Ormai attraverso lo smartphone possiamo svolgere le attività più disparate, da quelle di semplice intrattenimento alla gestione dei propri impegni professionali, ma in realtà il dominio assoluto in termini di tempo trascorso online spetta ancora ai social network. Le applicazioni social infatti a coprire oltre la metà delle ore spese su internet da mobile, con ovvie differenziazioni tra le preferenze in base alle età degli utenti.

Facebook resta la prima app in assoluto in tal senso, ma il suo appeal è decisamente in calo se guardiamo agli utenti più giovani, molto più presi da social media come Instagram e TikTok, rispettivamente terzo e ottavo nella graduatoria generale di uso delle applicazioni mobili. Si inseriscono con numeri altissimi in questo contesto le app di messaggistica, come WhatsApp, che in Italia supera Facebook al primo posto, Messenger e Telegram, e quelle di streaming audio e video, con in particolare YouTube, Spotify e Netflix a guadagnare quotidianamente terreno.

Continuano ad avere successo nel vasto mondo digitale, inoltre, le app per giocare a passatempi di vario genere, sia in single player che in multiplayer, ossia partecipando in contemporanea con altri utenti connessi alla stessa piattaforma. Queste tipologie di svaghi sembrano attrarre non soltanto i videogiocatori più assidui, ma anche curiosi e utenti casuali, che non disdegnano di scaricare tali applicazioni anche soltanto per intrattenersi sporadicamente.

Titoli come Minecraft o League of Legends, per esempio, hanno ottenuto negli anni numeri davvero altissimi, tanto da superare ogni record di download e di visualizzazioni da parte degli streamer di tutto il mondo. A tal proposito, significativo è il successo della piattaforma Twitch, che proprio sullo streaming dei videogame ha costruito in poco tempo un successo planetario. Oltre alla grande partecipazione nella versione desktop, Twitch è infatti sempre più presente sui dispositivi mobili, con oltre 22 milioni di download raggiunti nel primo trimestre del 2021 (+62% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente).

Oggi di proprietà di Amazon, Twitch è uno dei brand digitali con i maggiori tassi di crescita, con numeri da capogiro in particolare negli Stati Uniti, in Brasile e in Messico, ma con percentuali in aumento pressoché ovunque nel mondo, il che sta spingendo sempre più gli investitori del settore gaming ed eSport a destinare risorse verso questo canale.

Insomma, il fenomeno mobile è in continuo movimento, una rivoluzione che non sembra volersi arrestare e che continuerà a trasformare le nostre abitudini giorno dopo giorno, così come avviene da qualche anno a questa parte.

Lascia un commento

Follow us

Don't be shy, get in touch. We love meeting interesting people and making new friends.

Most popular

Most discussed