Cause di mani e piedi freddi: quando è necessario consultare un medico

0

Durante i mesi invernali, è comune che molte persone lamentino di avere mani e piedi freddi. Questo disturbo può avere svariate cause e in alcuni casi può essere sintomo di qualche problema di salute più grave. È fondamentale proteggersi dal freddo in ogni possibile modo. Utilizzare guanti e calzettoni spessi, accendere i riscaldamenti, o appoggiarsi a una borsa dell’acqua calda sono soluzioni pratiche che aiutano a ridurre la sensazione di freddo nelle estremità del corpo.

Questo fenomeno è piuttosto comune e nella maggior parte dei casi non è motivo di preoccupazione. Tuttavia, esistono alcune situazioni in cui la sensazione di freddo a mani e piedi può indicare la presenza di un problema di salute più grave. Secondo Giovanni Esposito, responsabile di chirurgia vascolare a Humanitas Gavazzeni, è normale che nel periodo invernale le estremità degli arti superiori ed inferiori risultino più fredde rispetto al resto del corpo.

Ciò accade perché, quando ci si espone a temperature basse, il nostro corpo cerca di proteggere gli organi interni attraverso un meccanismo fisiologico di vasocostrizione periferica. Questo processo comporta una riduzione del flusso sanguigno verso le estremità, come le mani e i piedi, causando così la sensazione di freddo. Tuttavia, questo fenomeno può essere meno innocuo quando non è dettato da fattori fisiologici, ma invece da patologie o dall’assunzione di alcuni farmaci, come i beta-bloccanti.

Le donne, per motivazioni ormonali legate agli estrogeni, sono più suscettibili a questo fenomeno, soprattutto quando le temperature sono particolarmente basse. Gli uomini, invece, hanno maggiormente a che fare con patologie croniche che causano la sensazione di freddo a mani e piedi.

Mani e piedi freddi da soli non sono un sintomo preoccupante. Tuttavia, è importante prestare attenzione a eventuali cambiamenti di colore nelle estremità, segni di gonfiore, presenza di lesioni e ulcere, o problemi di motilità. Qualora si notino questi sintomi, è necessario consultare un medico.

Sebbene in questa sede si offrano solo informazioni di carattere generale, è importante ricordare che l’aiuto di un professionista è essenziale per affrontare i problemi di salute. Se, oltre ai sintomi preoccupanti sopra citati, si riscontrano mani e piedi freddi anche in periodi diversi dall’inverno, è bene consultare un medico. Mentre è normale che la circolazione sanguigna risenta del freddo invernale, non lo è altrettanto durante le altre stagioni.

Il dottor Esposito suggerisce che per affrontare la questione della cattiva circolazione, è necessario partire dalla causa che genera il sintomo. Se in molti casi il freddo alle estremità è un fenomeno fisiologico, è bene proteggersi dal freddo con abiti termici e evitare il contatto diretto con oggetti ghiacciati o molto freddi. In caso contrario, identificare tempestivamente la causa del problema è fondamentale per adottare la terapia più adeguata.

Per prevenire problemi di circolazione, è importante seguire buone abitudini di vita, tra cui evitare il fumo, bere con moderazione e non eccedere con la caffeina, potente vasocostrittore. Mantenere una dieta sana, ricca di frutta e verdura, e fare attività fisica quotidiana, come camminare veloci o praticare yoga e pilates, si dimostrano efficaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *