Le diverse tecnologie applicate all’ambito dei giochi

Uno degli ambiti più amati e appassionanti da quando ha cominciato a vivere e a diffondersi, è quello relativo ai videogiochi. Si fa riferimento alle “Different Gaming Technologies” per indicare le diverse tecnologie che permettono un’esperienza differenziata agli utenti, a seconda della console o degli accessori utilizzati, nonché dal tipo di gioco avviato. Insomma, le casistiche sono numerose e ognuna presenta delle caratteristiche proprie, dalla narrazione cinematografica fino all’interattività più accentuata, passando per la maggiore stimolazione dell’intelletto per oltrepassare i famosi livelli logici. L’avvento di Internet e la tecnologia in costante evoluzione stanno cambiando il modo di vivere, nonché l’intero pianeta in tutti i suoi assetti, e chiaramente il mondo videoludico non ne può essere esente.

Le Diverse Tecnologie

Oggigiorno poter giocare online è un’opportunità che affascina un numero elevatissimo di consumatori, i quali adorano connettersi su di una qualunque piattaforma per interagire a voce o in chat con altre persone, anche se queste sono geograficamente distanti. Si parla, non a caso, del grande successo del multiplayer non solo per le console, ma anche nel mercato del gaming da computer. Tuttavia, il divertimento garantito dalle nuove tecnologie è determinato da modalità di diverso genere, come quella del single player. In tal senso, si segnalano non soltanto i videogiochi con campagna, ma anche tutte quelle realtà che, grazie al mondo del web, hanno ottenuto un grande successo, anche tramite specifiche demo disponibili per ogni utente come nel caso della Sweet Bonanza slot. Si tratta senza dubbio di una modalità sempre più frequente e utilizzata anche da parte delle grandi case produttrici con i nuovi capitoli di franchigie che hanno fatto la storia dei videogame.

Inoltre, è stata generata la realtà virtuale, un’intuizione che ha destato non poco clamore per quanto è avanguardistica. Insomma, con lo scorrere del tempo i nuovi dispositivi introdotti e le novità informatiche hanno accelerato il progresso, al punto tale che la società contemporanea può parlare a tutti gli effetti di “Different Gaming Technologies”. Ma per saperne di più a riguardo: ecco tutto ciò che c’è da sapere sulle differenti tecnologie applicate al mondo dei giochi.

La prima era videoludica

Prima di conoscere il tempo presente, è opportuno rivolgere lo sguardo al passato, poiché senza di esso è impossibile vivere. Infatti, la tecnologia ha cominciato a progredire sin dagli anni ‘80, ragion per cui il mondo dei giochi ha assorbito le novità del momento per migliorare a sua volta. Gli antenati della modernità potrebbero essere, per esempio, Pong e Space Invaders, giochi che hanno gettato per le basi per l’ambito del digitale. Nonostante una grafica piuttosto dozzinale, bisogna contestualizzare l’epoca e constatare che si è trattata di una vera e propria culla per la futura rivoluzione. Negli anni ‘90, alcune case di produzione come Nintendo, hanno prodotto le prime console con le primissime esclusive tra cui Super Mario Bros. e Sonic, introducendo i giochi negli ambienti domestici e segnando il passaggio all’epoca ludica successiva.

La prima era videoludica è stata caratterizzata da elementi grafici semplici, ma con l’avanzare degli sviluppi tecnologici sono state apportate modifiche importanti alle proprietà di CPU e GPU, incrementando i dettagli e districando al meglio le trame dei giochi. Con l’avvento di console come Playstation e XBox, oggi ci si è abituati a un’esperienza di gioco ad alta definizione nonché immersiva, ma si è partiti da una base piuttosto scarna che è stata edificata man mano. C’è da segnalare che è grazie ai giochi per computer se si è arrivati alla creazione di giochi complessi e appartenenti a diversi generi, siccome l’esperienza su di un dispositivo del genere ha sempre dato maggiore flessibilità e personalizzazione agli utenti.

L’avvento degli smartphone

L’avvento degli smartphone ha segnato un ulteriore cambiamento per l’ambito videoludico, inserendo altri elementi all’evoluzione in atto. I dispositivi mobili ormai sono considerabili come una vera e propria piattaforma di gioco autonoma, grazie all’esistenza di molteplici applicazioni dedicate. Da qui deriva la prima forma di intrattenimento interattivo, ad esempio con un gioco come Pokémon GO, in grado di mescolare la finzione con la realtà, mentre i tantissimi giochi di ruolo rappresentano un’estensione sul cellulare che ha origine dal computer.

L’intelligenza artificiale (IA) nei videogiochi

L’intelligenza artificiale (IA) è stata presentata al mondo come una delle più grandi innovazioni di sempre, e oggigiorno viene sfruttata al meglio in numerosi settori. Per ciò che concerne il collegamento tra l’IA e i videogiochi, c’è da dire che grazie ad essa l’esperienza di gioco è diventata molto più fedele alla realtà, sia in quanto alle scenografie da percorrere – le quali sono sempre più interattive – che le reazioni logiche dei personaggi. Con questa formidabile combinazione, attualmente si può contare su delle narrazioni cinematografiche che coinvolgono maggiormente gli utenti; si pensi a The Last of Us e al suo seguito, e al successo riscontrato da entrambi i capitoli.

La tecnologia delle reti e il gioco online

Grazie alla connettività innescata tramite Internet, al tempo presente una delle modalità di gioco più amate dal pubblico è quella online su larga scala. Infatti, i videogiochi che implementano tale fattore sono quelli maggiormente scaricati, e su qualunque piattaforma. Gli utenti selezionano la modalità multigiocatore online per poter dare vita a delle vere e proprie competizioni digitali, dove ciascuna sfida risulta avvincente. Inoltre, la suddetta modalità permette sia agli amici di connettersi tra di loro per divertirsi, che alle persone di tutti il mondo di interagire fra esse, incrementando la socialità e non chiudendo l’individualità all’interno di un gioco.

Il cloud gaming: lo streaming videoludico

Tra le innovazioni registrate e maggiormente dibattute c’è il cloud gaming, il quale permette ai videogiocatori di accedere ai loro titoli ludici senza dover per forza installare dei software pesanti. Alcuni dei servizi più importanti in tal senso lo sono NVIDIA GeForce Now e Google Stadia, grazie a cui non si è dipendenti da uno specifico hardware fisico, ma si può accedere da molteplici dispositivi per poter avviare i giochi in streaming.

Giochi blockchain e NFT

Anche la tecnologia blockchain viene adoperata oggi nel mondo videoludico, creando dei giochi basati su di essa e introducendo così i famosi token non fungibili (NTF). Ciò significa che i videogiocatori possono scambiarsi informazioni ed elementi relativi a un gioco senza rischi, ma in una maniera totalmente sicura e limpida. Grazie ai giochi blockchain si hanno dei nuovissimi modelli economici, incrementando l’apertura del mercato digitale per la gioia degli sviluppatori.

La realtà virtuale

Come anticipato, la realtà virtuale è il futuro del mondo videoludico, anche se è tuttora in evoluzione. La VRS consente ai giocatori di tutto il mondo di poter interagire tra loro in degli specifici mondi virtuali, piuttosto dettagliati e quanto più fedeli alla realtà, indossando un dispositivo moderno come il visore (disponibile, ad esempio, per Playstation). Per cercare di rendere più coinvolgente l’esperienza, si può contare anche sull’integrazione sensoriale, stimolando – tramite appositi meccanismi di gioco – i sensi, specialmente il tatto.

slot gacor slot gacor