Blog di News Lifestyle Gossip TV e Spettacolo

Proseguono i bombardamenti, il fronte più caldo resta il Donbass

DONETSK REGION, UKRAINE – MAY 22, 2022: A distant view of the Azovstal Iron and Steel Works in Mariupol which is controlled by the Donetsk People’s Republic.

Tension began to escalate in Donbass in February 2022.

The Russian Armed Forces are conducting a special military operation in Ukraine following requests for assistance from the leaders of the Donetsk People’s Republic and Lugansk People’s Republic.

Vladimir Gerdo/TASS/Sipa USA (Mariupol – 2022-05-22, ????? ???????? / ipa-agency.

net) p.

s.

la foto e’ utilizzabile nel rispetto del contesto in cui e’ stata scattata, e senza intento diffamatorio del decoro delle persone rappresentate
KIEV (UCRAINA) – Nel 104esimo giorno di guerra le città ucraine, sotto il fuoco continuo, vivono ancora paura e distruzione.

Il fronte più caldo è il Donbass, anche se nelle scorse ore si sono registrati attacchi e combattimenti anche in altre aree, come in quella di Sumy e nella regione di Kharkiv.

In base all’ultimo aggiornamento dello Stato maggiore delle forze armate ucraine, continua l’assalto alla città di Severodonetsk e prosegue l’offensiva nelle aree di Izyum e Slovyansk, mentre nella direzione di Donetsk “gli sforzi principali” dei russi si sarebbero “concentrati nelle aree di Severodonetsk e Bakhmut”.

“I nostri eroi mantengono le loro posizioni a Severodonetsk”, ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky nel consueto discorso serale ai suoi connazionali.

“In città – ha proseguito – continuano violenti combattimenti di strada.

Lysychansk, Slovyansk, Bakhmut, Sviatohirya, Avdiivka, Kurakhove e altre direzioni degli attacchi russi sono i punti più caldi dello scontro”.

Intanto si contano ancora vittime, anche tra i bambini.

Secondo i dati dell’ufficio del procuratore generale dell’Ucraina, dall’inizio del conflitto 263 bambini sono morti e almeno 467 sono rimasti feriti.

Secondo l’intelligence britannica, “nel fine settimana, le forze ucraine hanno riconquistato parti di Severodonetsk, anche se è probabile che le forze russe continuino a occupare i distretti orientali.

E’ probabile che – spiega l’intelligence nell’ultimo aggiornamento diffuso dalla Difesa del Regno Unito – il piano più ampio della Russia continui a essere quello di isolare l’area di Severodonetsk sia da nord che da sud”.

Per Londra, Mosca ha ottenuto risultati sull’asse meridionale di Popasna fino a maggio ma “i suoi progressi nell’area si sono bloccati nell’ultima settimana”, mentre le notizie di pesanti bombardamenti vicino a Izium “suggeriscono che la Russia si sta preparando per un nuovo sforzo sull’asse settentrionale”.

Nel frattempo, sul piano internazionale, la situazione è ancora tesa, soprattutto per quanto riguarda i rapporti tra Occidente e Mosca.

“Il Cremlino è impegnato in un pieno assalto alla libertà dei media”, ha affermato il portavoce del Dipartimento di Stato Usa, Ned Price, riferendo che il “ministero degli Affari esteri russo” ha convocato i giornalisti americani che si trovano a Mosca per “spiegare loro le conseguenze della linea ostile del loro governo nella sfera dei media”.

foto: agenziafotogramma.

it
.

Lascia un commento

Follow us

Don't be shy, get in touch. We love meeting interesting people and making new friends.

Most popular

Most discussed