Roma: Partono i Laboratori di Quartiere

Roma: Partono i Laboratori di Quartiere

0

A Roma è stato presentato il progetto “Comunità Intraprendenti. Persone e luoghi di rigenerazione a Roma – L’esperienza dei Laboratori di Quartiere”. Questo progetto coinvolge sei laboratori attivi sul territorio di Roma: Corviale, Tor Bella Monaca, Santa Maria della Pietà, Centocelle-Mistica, Quarticciolo e Bastogi. Questi laboratori sono promossi da Roma Capitale e coordinati dalle Università Sapienza, Roma Tre e Luiss Guido Carli. L’obiettivo dei Laboratori di Quartiere è contribuire alla rigenerazione urbana del territorio cittadino attraverso un modello di governance condivisa tra strutture centrali, dipartimenti e Municipi.

Questo modello ha come punto di partenza l’apporto delle comunità locali nelle fasi di co-pianificazione e co-progettazione. Si vuole fare in modo che le scelte siano non solo condivise e accettate, ma anche sentite proprie e difese da chi abita i quartieri. Durante l’incontro introduttivo, sono intervenuti Maurizio Veloccia, Assessore all’Urbanistica di Roma Capitale, l’Assessora ai Lavori pubblici e Infrastrutture Ornella Segnalini e il Vice Direttore Generale Vicario di Roma Capitale Pierpaola D’Alessandro.

Il Sindaco di Roma Roberto Gualtieri ha partecipato e aperto la sessione dedicata al racconto delle esperienze dei singoli Laboratori. La sessione successiva ha affrontato il tema della “Rigenerazione urbana per l’economia civile, il futuro sostenibile delle persone, delle città, dei quartieri e delle periferie”. Tra i partecipanti a quest’ultima sessione c’erano l’Assessore alle Politiche del Personale, al Decentramento, Partecipazione e Servizi al Territorio per la Città dei 15 minuti di Roma Capitale, Andrea Catarci, la Portavoce Forum Terzo Settore Lazio APS Francesca Danese e il Direttore Generale di NeXt – Nuova Economia, Luca Raffaele.

Maurizio Veloccia ha dichiarato che con i laboratori di quartiere si sta costruendo un nuovo patto di collaborazione tra cittadinanza e territori. Ornella Segnalini ha evidenziato l’importanza della partecipazione della cittadinanza nei progetti urbani. Carlo Cellamare, Coordinatore dei Laboratori di Tor Bella Monaca, Quarticciolo, Centocelle e Bastogi, ha spiegato che l’azione dei laboratori mira alla promozione delle attività locali e alla riqualificazione dei quartieri.

Sara Braschi, Rappresentante del Laboratorio di Città Corviale, ha sottolineato l’importanza di coinvolgere coloro che non si sentono parte del processo di rinnovamento urbano. Durante l’incontro si è parlato dell’importanza dei Laboratori di Quartiere nella creazione di veri e propri cantieri di partecipazione della società civile e nel miglioramento delle infrastrutture tecniche e sociali.

I Laboratori guardano alle sfide sociali e ambientali del futuro, superando i problemi dei singoli quartieri attraverso una pianificazione strategica inclusiva. Sono stati utilizzati strumenti di ricerca sociale e civile come l’Empathy map e la creazione di bacheche virtuali per co-costruire il valore generato dai partecipanti ai Laboratori e le priorità su cui stanno intervenendo.

Infine, è stata creata una prima versione dell’Instant book di Comunità come spazio di dialogo e aggiornamento delle buone pratiche di rigenerazione presenti nel territorio romano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *