Zangrillo: Autonomia per finanziamenti corretti

Zangrillo: Autonomia per finanziamenti corretti

0

Il ministro per la Pubblica Amministrazione Paolo Zangrillo ha sottolineato l’importanza dell’autonomia differenziata come un passo fondamentale per confermare l’impegno del governo di centrodestra, guidato da Giorgia Meloni, verso i cittadini. Nel programma elettorale del centrodestra era prevista l’autonomia e quindi il governo sta procedendo per realizzare queste promesse. Zangrillo ha espresso che questo passo è cruciale per rendere l’amministrazione sempre più efficiente e consentire a tutte le regioni del Paese di esprimere al meglio le proprie potenzialità e talenti.

Il ministro ha sottolineato che l’autonomia differenziata permetterà anche di gestire la sanità in modo più adatto alle caratteristiche e alle specificità di ogni regione. Questo approccio consentirà di considerare non solo i caratteri generali della sanità a livello nazionale, ma anche di adattarli alle esigenze specifiche di ciascuna regione. Questo rappresenta un passaggio fondamentale verso la responsabilizzazione delle regioni e la possibilità di dare loro gli strumenti necessari per esprimere al meglio le proprie capacità.

Zangrillo ha sottolineato che si tratta di un processo complesso che richiede di procedere “step by step”. Il governo ha chiarito che il trasferimento di funzioni alle regioni sarà preceduto dalla definizione precisa di quali siano le funzioni di Livello essenziale delle prestazioni (LEP) e non LEP, oltre che dal finanziamento adeguato di queste funzioni. L’obiettivo è di garantire che vengano effettuati finanziamenti corretti e precisi per tutte le funzioni e attività che passeranno dal governo centrale alle regioni.

In conclusione, Zangrillo ha ribadito che il governo non sta cercando di smantellare l’Italia, ma di creare le condizioni affinché si possano realizzare trasferimenti corretti e precisi delle funzioni amministrative alle regioni. Questo processo è finalizzato a garantire una maggiore efficienza nell’amministrazione pubblica e a favorire lo sviluppo delle diverse regioni italiane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *