Il “MeGMI” celebrato a 20 anni di attività da UniBg e PoliMi

Il “MeGMI” celebrato a 20 anni di attività da UniBg e PoliMi

0

A Dalmine (Bergamo) si è svolto un convegno dal titolo “Evoluzione della gestione e manutenzione degli asset industriali: passato, presente e futuro”. L’evento, organizzato presso l’aula magna della sede di Dalmine dell’Università degli Studi di Bergamo, ha visto la partecipazione di professionisti del settore che si sono confrontati sull’evoluzione della manutenzione nel corso degli anni.

Il convegno è stato promosso dal Master Executive in Gestione degli Asset Industriali e della Manutenzione (MeGMI), una iniziativa congiunta di SdM – Scuola di Alta Formazione dell’Università degli Studi di Bergamo e POLIMI Graduate School of Management del Politecnico di Milano. Il 20° compleanno del Master è stato il momento ideale per riflettere sulle trasformazioni avvenute nella gestione e programmazione degli interventi manutentivi, nell’adozione di nuove tecnologie come l’Industria 4.0 e l’intelligenza artificiale, nonché sulla necessità di aggiornare le competenze del personale dedicato alla gestione e manutenzione degli asset industriali e infrastrutturali.

Durante il convegno sono intervenuti importanti figure come Cristiana Cattaneo, Direttore della Scuola di Alta Formazione – SdM, Mauro Mancini, Associate Dean for Corporate Education POLIMI Graduate School of Management, Sergio Cavalieri, Rettore dell’Università degli Studi di Bergamo e Direttore del Master MeGMI, e Marco Macchi, Direttore del Master MeGMI del Politecnico di Milano. Una tavola rotonda, moderata da Chiara Lupi, Direttrice Editoriale di Edizioni Este, ha visto la partecipazione di Pierangelo Bertocchi, Amministratore Delegato di UniAcque, Amelia Corti, Direttore Generale di SACBO, Matteo Diani, Head of Group Investments & Strategic Maintenance di Cogne Acciai Speciali, e Aldo Isi, Amministratore Delegato di ANAS.

La cerimonia di conferimento di 16 diplomi della XVII edizione del Master MeGMI ha chiuso la giornata, condotta da Emanuele Dovere, Vicedirettore del Master MeGMI dell’Università degli Studi di Bergamo.

Il convegno, organizzato insieme alla Fondazione Dalmine e con il patrocinio di Associazione Italiana Docenti Impianti Industriali, Associazione Nazionale di Impiantistica Industriale, Associazione Italiana Manutenzione e l’Associazione Alumni del master, ha rappresentato un’importante occasione di confronto e approfondimento sul tema della manutenzione e gestione degli asset industriali.

Sergio Cavalieri, Rettore dell’Università degli Studi di Bergamo e Direttore del Master MeGMI, ha sottolineato l’importanza della collaborazione tra SdM, POLIMI Graduate School of Management e i partner industriali per il successo del Master. Ha evidenziato come il percorso altamente specializzato abbia formato manager capaci di gestire la manutenzione degli impianti industriali e infrastrutturali.

Marco Macchi, Direttore del Master MeGMI del Politecnico di Milano, ha sottolineato l’importanza del ventennale del percorso di formazione, ispirato dalle esigenze del mondo industriale, nella crescita professionale e reputazionale degli ingegneri e gestori della manutenzione e degli asset aziendali.

Pierangelo Bertocchi, Amministratore Delegato di UniAcque, ha evidenziato le sfide che le utilities devono affrontare e l’importanza del know-how e della gestione industriale avanzata per migliorare l’efficienza dei servizi a rete.

Amelia Corti, Direttore Generale di SACBO, ha parlato dell’importanza della manutenzione costante e dell’integrazione dei sistemi informativi per garantire l’efficienza operativa dell’aeroporto.

Matteo Diani, Head of Group Investments & Strategic Maintenance di Cogne Acciai Speciali, ha sottolineato l’importanza dei dati e della formazione specializzata per i manutentori del futuro.

Aldo Isi, Amministratore Delegato di ANAS, ha condiviso la sua esperienza di crescita professionale grazie al Master MeGMI e ha evidenziato l’importanza della manutenzione e della resilienza nel contesto delle sfide legate al cambiamento climatico.

In conclusione, il convegno ha rappresentato un momento di approfondimento e confronto sulle nuove sfide della gestione e manutenzione degli asset industriali, con uno sguardo al passato, al presente e al futuro del settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *