Nuova tecnica innovativa utilizzata al Policlinico di Palermo per l’asportazione di un tumore all’utero

Nuova tecnica innovativa utilizzata al Policlinico di Palermo per l’asportazione di un tumore all’utero

0

A Palermo, presso l’Unità operativa di Ostetricia e Ginecologia a indirizzo Oncologico del Policlinico “Paolo Giaccone”, è stato eseguito un intervento innovativo per asportare un tumore benigno all’utero di oltre 10 centimetri di diametro. L’operazione, eseguita in pochissimi centri italiani, è stata guidata dal professore Antonio Simone Laganà e dalla sua equipe.

Il professor Laganà spiega che l’intervento è stato eseguito in laparoscopia, senza ricorrere alla chirurgia tradizionale. Grazie alla collaborazione del personale anestesiologico ed infermieristico, è stato possibile asportare il tumore con una tecnica di estrazione transvaginale in endobag, evitando l’uso del morcellatore. Questo ha comportato una notevole riduzione dei costi e dei rischi chirurgici.

La paziente è stata dimessa dopo pochi giorni e l’operazione è stata un successo. La Direttrice generale del Policlinico, Maria Grazia Furnari, sottolinea l’importanza di offrire cure mediche all’avanguardia e di alta qualità. Il team guidato dal Professore Laganà ha dimostrato grande competenza, ottenendo ottimi risultati per la paziente.

Il professor Laganà esprime la sua gratitudine verso il personale infermieristico e i colleghi che hanno partecipato all’intervento. Ringrazia in particolare l’infermiera strumentista Graziella Cusimano, i dottori Giuseppe Vitrano e Vincenzo Minnella, e il Direttore di Unità Operativa, il Professore Renato Venezia, per aver reso possibile la realizzazione di un intervento chirurgico così avanzato all’interno del Sistema Sanitario Nazionale.

Il professor Laganà sottolinea l’importanza di continuare a migliorare il livello chirurgico, offrendo una formazione di eccellenza ai medici in formazione specialistica. Questo contribuisce a un’integrazione proficua tra Azienda ospedaliera e Università, confermando il Policlinico come sede principale per la formazione dei medici.

Il professor Laganà e il suo team chirurgico hanno dimostrato di essere all’avanguardia nel campo della ginecologia laparoscopica. Questa tecnica rappresenta una delle numerose innovazioni su cui il Policlinico è focalizzato per offrire alle utenze le migliori tecniche disponibili.

La costante ricerca di eccellenza e il monitoraggio dei risultati permettono ai medici in formazione di acquisire gradualmente competenze avanzate, migliorando così la qualità delle cure offerte ai pazienti. Il professor Laganà conclude sottolineando l’importanza di una stretta collaborazione tra Azienda ospedaliera e Università per garantire la formazione dei futuri medici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *