Nomadi: chi sono e la loro formazione attuale. Il ritorno del successo con “Io Vagabondo” grazie a Fiorello.

Nomadi: chi sono e la loro formazione attuale. Il ritorno del successo con “Io Vagabondo” grazie a Fiorello.

0

Il successo della formazione dei Nomadi è davvero straordinario. La band nota per la celebre canzone “Io Vagabondo” è una delle più longeve e amate della musica italiana. Dal momento della loro fondazione nel lontano 1963, i Nomadi hanno pubblicato ben 82 album, se si considerano anche quelli live, le raccolte e i best-of.

Nel corso degli anni, il gruppo formato originariamente dal tastierista Beppe Carletti e dal cantante Augusto Daolio si è inserito con successo nel movimento beat italiano. Con più di 15 milioni di copie vendute, i Nomadi sono diventati il terzo gruppo di maggior successo in Italia, superati solo dai Pooh e Ricchi e Poveri.

Numerose sono le hit che hanno contraddistinto la carriera della band, consentendo loro di rimanere attivi nel panorama musicale italiano per più di mezzo secolo. Brani come “Un pugno di sabbia”, “Ho difeso il mio amore”, “Crescerai”, “Ti voglio” e molti altri hanno contribuito al loro costante successo.

La storia dei Nomadi ha avuto inizio oltre 60 anni fa a Novellara, in provincia di Reggio Emilia. Il primo grande successo è arrivato nel 1966 durante il Cantagiro, un momento che ha segnato una svolta fondamentale nella loro carriera. Come racconta Beppe Carletti, durante quel periodo interpretarono “Come potete giudicar”, e da lì tutto è cambiato.

La consacrazione definitiva per i Nomadi è avvenuta con il brano “Io Vagabondo”, uno dei simboli della band che continua a emozionare il pubblico ogni volta che viene eseguito dal vivo. Nonostante le difficoltà incontrate durante la loro carriera, i Nomadi hanno saputo adattarsi ai cambiamenti e continuare a emozionare il loro pubblico con la loro musica.

Dopo la scomparsa di Augusto Daolio, la formazione attuale dei Nomadi vede la presenza di Sergio Reggioli al violino e alla voce, Beppe Carletti alle tastiere, fisarmonica e cori, Daniele Campani alla batteria, Cico Falzone alla chitarra e ai cori, Yuri Cilloni alla voce e Massimo Vecchi al basso e alla voce.

Grazie al supporto del Karaoke di Fiorello, il brano “Io Vagabondo” è tornato in auge, contribuendo a mantenerlo vivo e attuale nel cuore dei fan della band. Fiorello è stato un grande amico dei Nomadi, contribuendo a far conoscere il loro talento al grande pubblico.

Con il loro impegno costante e la passione per la musica che li ha contraddistinti per decenni, i Nomadi continuano a regalare emozioni e ad essere una presenza importante nel panorama musicale italiano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *