Luciano Floridi nominato presidente della commissione tecnica della Camera

Luciano Floridi nominato presidente della commissione tecnica della Camera

0

Il Festival Il verde e il blu si è aperto a Milano presso Palazzo Reale, con la partecipazione di illustri figure del mondo accademico e della ricerca. Tra di loro, il filosofo Luciano Floridi, docente a Yale e esperto di etica delle nuove tecnologie. La commissione presieduta da Floridi ha il compito di selezionare i progetti vincitori per l’applicazione dell’Intelligenza Artificiale generativa ai lavori parlamentari. Altre personalità di spicco che fanno parte della commissione sono Tiziana Catarci, Stefania Costantini, Andrea Renda, Fabio Roli e Paola Vicard. Questa iniziativa mira a mettere al servizio dell’uomo e delle democrazie l’IA, sottolineando l’importanza di un approccio centrato sulla persona.

Il Presidente della Camera dei deputati, Lorenzo Fontana, sottolinea l’importanza di utilizzare l’IA per il bene comune, rendendo omaggio alla nomina di Floridi e degli altri membri della commissione. Questa visione sarà al centro di eventi di rilievo, come il G7 dei Parlamenti a Verona, che si terrà dal 5 al 7 settembre. La Vicepresidente della Camera, Anna Ascani, coordina il Comitato di vigilanza sull’attività di documentazione e spiega che, dopo aver raccolto diverse proposte da vari atenei italiani, si è passati alla fase di valutazione.

La collaborazione di una commissione di esperti è fondamentale per garantire una valutazione obiettiva e competente dei progetti presentati. L’attenzione alla parità di genere è un principio guida in questa selezione, che si basa sulla convinzione che governare l’IA generativa nei modi giusti sia fondamentale per minimizzare i rischi e proteggere i diritti dei cittadini. La sfida è quella di trasformare questi strumenti in opportunità, sempre tenendo presente l’importanza delle persone coinvolte.

La selezione dei progetti e la premiazione dei vincitori avverranno entro il mese di luglio, dopo una valutazione accurata da parte della commissione tecnico-scientifica. Ogni proposta verrà valutata sia dal punto di vista tecnico che qualitativo, garantendo un approccio equilibrato e competente. L’obiettivo è quello di utilizzare al meglio l’IA generativa per il bene della società, senza trascurare gli aspetti etici e sociali che ne derivano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *