Chiusura del negozio di Chiara Ferragni: “Saracinesche abbassate a agosto”

Chiusura del negozio di Chiara Ferragni: “Saracinesche abbassate a agosto”

0

Il negozio del brand di Chiara Ferragni a Milano, situato tra Corso Como e piazza Gae Aulenti, aperto nel 2017, potrebbe essere sul punto di chiudere. Secondo quanto riportato dal settimanale Chi, la saracinesca dovrebbe abbassarsi per l’ultima volta ad agosto. Le conseguenze del cosiddetto “pandoro gate” sembrano farsi sentire pesantemente, portando alla chiusura di uno dei negozi più famosi e storici di Chiara Ferragni a Milano, nella via Capelli.

Milano Today segnala che il marchio sta vivendo un periodo di declino. Nei primi giorni dei saldi invernali nel negozio di Milano, pochi giorni dopo lo scandalo del pandoro Balocco, erano già evidenti segni di difficoltà. Il negozio si presentava vuoto e, secondo varie testimonianze sui social media, le scarpe e gli abiti firmati Chiara Ferragni erano facilmente reperibili nei mercati e negli outlet, segnalando una situazione piuttosto negativa.

Chiara Ferragni si trova quindi costretta a chiudere, poiché mantenere aperto un negozio nel centro di Milano di oltre 120 metri quadrati comporta costi troppo elevati tra affitto, dipendenti, bollette e tasse.

Al momento, l’unico negozio rimasto aperto sarebbe quello a Roma, anche se nel gennaio precedente è stato oggetto di vandalismo. Sulle vetrine sono comparse scritte denigratorie come “truffatrice” e “bandita” scritte con un pennarello nero, segnando un momento di tensione per il brand di Chiara Ferragni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *