I azzurri del parapentathlon a Madeira sognano Brisbane

I azzurri del parapentathlon a Madeira sognano Brisbane

0

Il presidente della Federazione Italiana Pentathlon Moderno, Luca Pancalli, ha espresso l’auspicio di vedere il parapentathlon riconosciuto a livello paralimpico e inserito nel programma delle Paralimpiadi di Brisbane 2032. Questo obiettivo è stato sottolineato durante la presentazione della delegazione italiana che parteciperà per la prima volta a un evento internazionale di Para Laser-Run, nell’ambito del campionato europeo a Madeira, in Portogallo. Una partecipazione che rappresenta un importante primo passo verso la realizzazione di questo sogno, con la speranza che si uniscano altri atleti con diverse forme di disabilità per allargare il panorama dei praticanti.

Il presidente del Comitato Italiano Paralimpico ha sottolineato l’importanza della contaminazione e ha auspicato che il parapentathlon possa svilupparsi ulteriormente partendo dall’Italia. Fabrizio Bittner, presidente della FIPM, ha evidenziato la difficoltà di creare una classificazione per il parapentathlon che permetta la competizione a livello paralimpico. I due atleti Annamaria Mencoboni e Alessandro Ragni sono stati definiti “alfieri” e rappresentano l’inizio di una storia che si spera porterà l’attività a un livello di eccellenza.

Adriana Fabbri, responsabile del settore Parapentathlon, ha raccontato come Pesaro sia stata la prima tappa di questo percorso, iniziato grazie alla federazione che le ha affidato lo studio di questo settore. Non credeva di poter arrivare a questo punto, ma oggi siamo qui con l’inizio di un sogno che si realizzerà a Madeira. Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha inviato complimenti attraverso un videomessaggio, elogiando la visione e l’impegno che hanno portato a un risultato così positivo in così poco tempo.

È stato inoltre firmato un protocollo d’intesa tra il Cip e la Fipm per favorire la partecipazione alla pratica sportiva delle persone con disabilità. Questo accordo punta a promuovere l’inclusione e ad aprire nuove opportunità nel mondo dello sport paralimpico. Infine, la partecipazione al campionato europeo di Para Laser-Run rappresenta un ulteriore valore aggiunto per il mondo paralimpico, dimostrando che la visione e l’impegno portano a risultati concreti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *