Accusato l’ex premier maltese Muscat per la vendita di tre ospedali

Accusato l’ex premier maltese Muscat per la vendita di tre ospedali

0

Bruxelles – Il Consiglio straordinario dell’Unione Europea si è riunito per discutere della situazione greca. Il Primo Ministro maltese Joseph Muscat è stato presente a Bruxelles per partecipare all’incontro che si è tenuto il 12 luglio 2015. Durante la riunione, si è discusso della crisi economica in Grecia e delle possibili soluzioni per affrontare la situazione.

Durante l’incontro, Muscat ha espresso la sua preoccupazione per la situazione economica greca e ha sottolineato l’importanza di trovare una soluzione sostenibile per il paese. Ha anche sottolineato la necessità di solidarietà tra gli Stati membri dell’UE per affrontare la crisi e garantire la stabilità economica nella regione.

Dopo la riunione, Muscat ha rilasciato una dichiarazione alla stampa in cui ha espresso la sua fiducia nella capacità dell’UE di trovare una soluzione alla crisi greca. Ha anche sottolineato l’importanza di un approccio unito e coordinato per affrontare la situazione e garantire il benessere dei cittadini europei.

La foto allegata a questo comunicato stampa è utilizzabile nel rispetto del contesto in cui è stata scattata, senza intento diffamatorio nei confronti delle persone rappresentate. La foto mostra Muscat durante la riunione del Consiglio dell’UE a Bruxelles.

Nel frattempo, a La Valletta, Malta, la corte ha emesso un decreto prima facie che giustifica l’incriminazione dell’ex primo ministro Joseph Muscat, dell’ex ministro Konrad Mizzi e dell’ex capo di gabinetto Keith Schembri per crimini legati alla concessione fraudolenta di tre ospedali statali. Questo decreto fa parte del processo di raccolta di prove contro i tre imputati, che sono accusati di diversi reati tra cui corruzione, frode e riciclaggio di denaro.

Il processo coinvolge anche altre 14 persone e nove società, che sono state imputate penalmente per il loro coinvolgimento nella vendita illegale dei tre ospedali statali alla società Vitals Global Healthcare. Questa vendita è stata dichiarata fraudolenta dai tribunali e annullata nel 2023 dopo una causa legale intentata dall’opposizione nazionalista.

Le indagini condotte su richiesta della ONG Repubblika nel 2019 hanno raccomandato che fossero perseguiti penalmente tutti coloro che erano coinvolti nella vendita dei tre ospedali statali. Tutti gli imputati si sono dichiarati non colpevoli e il processo è ancora in corso.

Questa vicenda ha scosso la politica maltese e ha sollevato importanti interrogativi sulla corruzione e l’etica nel governo del paese. Le autorità maltesi stanno lavorando per garantire che la giustizia sia fatta e che coloro che sono coinvolti in attività criminali siano portati davanti alla giustizia per rispondere delle proprie azioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *