Collaborazione tra la Regione Sicilia e Novartis per combattere la sclerosi multipla

Collaborazione tra la Regione Sicilia e Novartis per combattere la sclerosi multipla

0

A Palermo, si stima che circa 140.000 italiani vivano con la Sclerosi Multipla, di cui più di 11.000 solo in Sicilia. Ogni anno, vengono registrate circa 290 nuove diagnosi di questa malattia a livello regionale. La Sicilia si posiziona al quarto posto in Italia per numero di persone affette da questa patologia neurologica cronica, che colpisce sia giovani che adulti, con una maggioranza di due terzi rappresentata da donne con bisogni sanitari complessi.

La Regione Siciliana ha implementato un Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) specifico per la Sclerosi Multipla, diventando una delle prime realtà italiane a farlo. Inoltre, ha istituito un Osservatorio regionale che evidenzia la necessità di porre un’attenzione prioritaria sulla gestione socioassistenziale di questa malattia ad alto impatto e complessità.

Oggi è stato annunciato un accordo di collaborazione della durata di due anni, eventualmente rinnovabile, tra la Regione Siciliana e Novartis Italia. L’obiettivo di questa partnership è sviluppare modelli innovativi per la cura e l’assistenza delle persone affette da Sclerosi Multipla. In particolare, si mira a migliorare l’interconnessione tra i diversi centri regionali per il trattamento della SM e a potenziare i modelli di gestione domiciliare e di prossimità per favorire una maggiore continuità assistenziale tra ospedale e territorio.

Salvatore Iacolino, Direttore del Dipartimento di Pianificazione Strategica dell’Assessorato alla Salute della Regione Siciliana, sottolinea l’importanza di questo accordo per migliorare la gestione della Sclerosi Multipla in Sicilia.

Valentino Confalone, Country President di Novartis Italia, evidenzia come la Sclerosi Multipla, per la sua alta complessità, possa essere un banco di prova per la gestione di altre malattie croniche. Novartis si impegna a supportare la comunità siciliana nella riimmaginazione della sanità del futuro, collaborando con medici, pazienti, istituzioni e industria.

Grazie al progetto PRIMA, Novartis ha già contribuito alla costituzione di un tavolo regionale multi-stakeholders che ha individuato i bisogni assistenziali e di processo per i pazienti con SM in Sicilia, proponendo soluzioni per migliorare il percorso di cura e promuovere l’equità territoriale. Con la firma di quest’accordo, l’azienda conferma il suo impegno nella lotta contro la Sclerosi Multipla, affiancando la Regione Siciliana in questa sfida.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *