Crollo edificio a Torre Annunziata, ci sono undici avvisi di garanzia

Crollo edificio a Torre Annunziata, ci sono undici avvisi di garanzia

0

Novità  nell’inchiesta sul crollo della palazzina di Torre Annunziata che ha fatto otto vittime. La Procura ha iscritto undici persone nel registro degli indagati: si tratta di un atto dovuto, per consentire loro di nominare un consulente che prenda parte all’autopsia.

Tra gli indagati i proprietari degli appartamento non crollati

Gli indagati sono i proprietari degli appartamenti, il direttore dei lavori e i titolari delle imprese impegnate nei lavori stessi. Sono invece una ventina le parti offese, familiari delle otto vittime, che a loro volta hanno diritto a nominare un consulente. Disastro colposo e omicidio colposo plurimo i reati ipotizzati dagli inquirenti.

Il fascicolo, aperto subito dopo il cedimento strutturale a carico di ignoti, è per crollo colposo e omicidio plurimo colposo.

Anche i familiari delle vittime sono stati raggiunti da altrettanti avvisi, in quanto persone potenzialmente offese, per poter consentire loro di nominare consulenti legali e medici in vista dell’effettuazione delle autopsie e dei rilievi tecnici nelle zone interessate dal crollo.

Si attendono adesso i risultati delle autopsie, saranno formalizzati gli incarichi per i tecnici che effettueranno i rilievi sul cratere del cedimento e nella parte di palazzina lato mare non crollata.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *