Blog di News Lifestyle Gossip TV e Spettacolo

La Cina pianifica come conquistare l’egemonia economica mondiale

(CNN) La pandemia di coronavirus ha lasciato i governi allo sbando e ha reso difficile la pianificazione anche settimane a venire. A Pechino questa settimana, tuttavia, i leader cinesi si sono incontrati per definire una politica specifica per gran parte del prossimo decennio.

In una serie di riunioni a porte chiuse nella capitale , i massimi funzionari del Partito Comunista Cinese (PCC) hanno elaborato il prossimo piano quinquennale del paese e hanno persino elaborato una “visione” per il 2035, una proposta a lungo termine per l’anno che il presidente Xi Jinping ha fissato come scadenza per la Cina per “fondamentalmente raggiungere la modernizzazione socialista”.

Qualunque cosa venga concordata al plenum, da una piccola coorte di leader, modellerà la politica per l’intero paese di 1,3 miliardi di persone, implementata a tutti i livelli dai burocrati del Partito Comunista, dalle imprese controllate dallo stato e dall’onnipotente stato di sicurezza.
Mentre i dettagli completi del nuovo piano quinquennale potrebbero non essere svelati fino a quando il parlamento cinese del timbro di gomma non si riunirà l’anno prossimo, gli obiettivi chiave che sono stati previsti in anteprima nei media statali includono un perno dalla crescita del PIL a tutti i costi, la riduzione delle emissioni di carbonio e il raggiungimento di sé -sufficienza nella tecnologia e nella scienza, in mezzo alla crescente pressione degli Stati Uniti su quel fronte.
Questo tipo di pianificazione a lungo termine è in contrasto con la natura spesso capovolta delle democrazie, dove le promesse e i piani stabiliti da un governo sono vulnerabili a essere annullati dal prossimo – un punto spesso evidenziato dai media statali cinesi per difendere la legittimità del sistema autoritario di Pechino.
Pochi presidenti americani lo hanno messo in un sollievo più netto di Donald Trump, che dopo essere entrato in carica ha annullato un importante accordo commerciale , ha ritirato gli Stati Uniti dall’accordo sul clima di Parigi e ha iniziato a smantellare l’ accordo nucleare iraniano , sostanzialmente invertendo tutta la politica a lungo termine stabilita. dall’amministrazione Obama.

“La Cina è un paese che mantiene le sue parole”, ha detto giovedì l’ agenzia di stampa statale Xinhua in un commento . “Una volta finalizzato il piano quinquennale, il Paese – dal governo centrale ai governi locali – garantirà la sua attuazione”.
Naturalmente, il motivo per cui la Cina può fare piani così grandiosi e attuarli, è che è governata da un sistema autoritario che non ammette dissenso, assicurando che i leader siano fiduciosi della stabilità politica per i prossimi cinque, se non 15, anni.

Da quando è diventato leader nel 2012, Xi ha costantemente rafforzato il suo potere assoluto sulla Cina , collezionando una serie di titoli ufficiali e aprendo la strada a governare a vita. Ha anche spietatamente eliminato ogni potenziale sfida all’interno del Partito Comunista, lanciando una nuova fase della sua campagna anti-corruzione all’inizio di quest’anno che dovrebbe durare fino al 2022, quando il suo secondo mandato come Segretario generale e capo dell’esercito è dovuto a fine.

In un discorso all’inizio di quest’anno , un alto funzionario ha detto che la campagna anti-corruzione dovrebbe essere sullo stampo della “rettifica Yan’an”, una campagna chiave di Mao Zedong per eliminare i rivali e prendere il controllo assoluto del Partito Comunista nel 1941.
Alcuni osservatori si aspettano sempre più che Xi segua Mao anche in un altro modo, assumendo potenzialmente il titolo di Presidente al termine dei suoi attuali mandati, permettendogli essenzialmente di mantenere il potere evitando l’imbarazzo di contrastare la tradizione di una presidenza a due mandati (sebbene gli ostacoli a questo sono stati rimossi da Xi nel 2018).
Questo potere assoluto fornisce la fiducia necessaria per fissare obiettivi ambiziosi per il 14 ° piano quinquennale del paese, e anche la visione del 2035 proposta questo mese, guardando avanti a un anno in cui Xi festeggerà il suo 82 ° compleanno.
Scrivendo questa settimana , David Bandurski, un esperto di politica cinese presso l’Università di Hong Kong, ha detto che tali sforzi riguardano meno “gli obiettivi raggiunti e gli obiettivi fissati, ma più essenzialmente il rinnovo delle affermazioni del PCC sulla legittimità del suo potere, del suo sistema e del suo metodi. “

Gli argomenti di legittimità saranno probabilmente rafforzati nei media statali e negli annunci ufficiali dal caos che dovrebbe scatenarsi la prossima settimana durante le elezioni statunitensi – che, dopo una campagna incredibilmente brutta tra Trump e il rivale democratico Joe Biden, potrebbe trascinarsi a lungo dopo la chiusura dei sondaggi. poiché i voti vengono contati e contestati, finendo potenzialmente davanti alla Corte Suprema.
La democrazia è un casino. Tuttavia, per i leader e i propagandisti cinesi , qualsiasi difetto di un sistema in competizione è un’opportunità per rafforzare il proprio, che questa settimana ha dato prova di assoluta fiducia e stabilità.

Lascia un commento

Follow us

Don't be shy, get in touch. We love meeting interesting people and making new friends.

Most popular

Most discussed